Origine

I motopescherecci che forniscono il prodotto marchiato “Pesce Nostrum” hanno particolare attenzione alla fase di etichettature e tracciabilità del pesce una volta sbarcato dato che ciò valorizza e salvaguardia lo stesso dalle “minacce” di contaminazione del pesce importato.

Il Regolamento Comunitario Europeo 11 dicembre 2013 n.1379;  relativo all’organizzazione comune dei mercati nel settore dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura stabilisce le norme sull’informazione dei consumatori da applicare dal 13 dicembre 2014.

Per i prodotti ittici freschi l’etichettatura prevede obbligatoriamente:

  1. il prezzo di vendita;
  2. la denominazione commerciale della specie;
  3. la denominazione scientifica della specie;
  4. lo stato fisico (fresco, scongelato, congelato, surgelato);
  5. il metodo di produzione primaria (pescato, pescato in acqua dolce o allevato);
  6. per i prodotti della pesca catturati in acque dolci, la menzione del corpo idrico di origine dello Stato membro o del paese terzo di Origine del prodotto
  7. per i prodotti della pesca in mare la denominazione della zona di pesca FAO;
  8. la categoria degli attrezzi di pesca utilizzati la cattura.

Oltre a quanto previsto per il pesce fresco deve essere indicato per il “Congelato”, la modalità di conservazione dopo l’acquisto e la percentuale di glassatura (strato protettivo di ghiaccio).

Per i surgelati è necessaria la denominazione di “Surgelato”, il prezzo di vendita della confezione, la quantità netta, le istruzioni per la conservazione dopo l’acquisto, il termine minimo di conservazione, le eventuali istruzioni per l’uso, l’avvertenza che dopo lo scongelamento non deve essere ricongelato, le indicazioni del lotto, le informazioni relative allo stabilimento di produzione e confezionamento ed infine, in caso di preparati vari, l’elenco completo delle varietà ittiche presenti e la loro percentuale in ordine decrescente.

La tracciabilità di un prodotto alimentare è garantita se, partendo da un qualsiasi punto del percorso che esso compie per arrivare al consumatore, è possibile ricostruire tutti i passaggi e tutte le manipolazioni precedenti. Un sistema di etichettatura che vuole soddisfare le esigenze informative espresse dal consumatore ai fini della sicurezza alimentare e della certificazione di qualità deve garantire la tracciabilità del prodotto.

Il marchio collettivo di qualità “Pesce Nostrum” rappresenta il rispetto di più elevati standard di tracciabilità e qualità del pescato dato che circoscrive la zona di pesca al versante italiano del Mar Adriatico (GSA 17 e 18). Con il codice FAO 37.2 invece è possibile oggi identificare anche il pesce proveniente dai mercati dei Paesi balcanici.

Aggiungi commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *